21 maggio 2009

I Q B A L


Trovate che il cricket sia noioso e incomprensibile? Guardate 'Iqbal' e cambierete opinione. QUESTO è il Nagesh Kukunoor che amiamo. QUESTI sono i film che ci aspettiamo da un regista sensibile e talentuoso come lui.

'Iqbal' è splendido. Narrato, diretto e interpretato in modo eccellente. Con una poesia e un'emotività che incantano. La storia è amabilissima, la sceneggiatura quasi perfetta, i personaggi finemente caratterizzati. La fotografia, la scelta della location, la direzione artistica, la colonna sonora: tutto contribuisce a rendere 'Iqbal' una pellicola indimenticabile.

Naseeruddin Shah è GRANDE: naturale, misurato, ironico. Shreyas Talpade è impeccabile: infonde vita ad un personaggio candido, positivo, appassionato. Il resto del cast è azzeccato.

E' grazie a film come questi che la cinematografia Hindi dimostra di aver molto da dire: i capolavori con cui ci delizia ne testimoniano la vitalità e l'universalità. C'è ancora chi la snobba? Peggio per lui.

TRAMA

Iqbal (Shreyas Talpade) è un ragazzo sordomuto che nutre una passione incontenibile per il cricket. Il padre (Yatin Karyekar) purtroppo non condivide questa follia che pare contagiare tutto il resto della famiglia, donne comprese. Vorrebbe che il figlio diventasse un buon contadino. Ma il destino ha in serbo grandi cose per il nostro Iqbal.

RECENSIONI

Bollywood Hungama: ***1/2
'I film basati sullo sport sono rari a Bollywood, malgrado la maggior parte degli Indiani sia ossessionata dal cricket. 'Iqbal' non solo guarda allo sport e ai giochi politici che lo manovrano, ma racconta anche la storia di un perdente che aspira a giocare a livello nazionale. La pellicola è narrata in modo convincente e sensibile, e funziona perchè:
a) l'ambientazione è realistica;
b) il motto del perdente è non mollare mai;
c) lo sviluppo del soggetto è abile;
d) le emozioni che sottendono al film sono forti;
e) ogni membro del cast regala una performance esperta.
'Iqbal', a differenza di altre pellicole bollywoodiane che raccontano la scalata al successo di persone comuni, non è affatto stereotipato. Ma il film presenta anche qualche piccolo aspetto negativo: le sequenze dedicate agli allenamenti da un certo punto in poi diventano ingombranti; il secondo tempo è piuttosto lento e prolisso; nella penultima partita non si prova la stessa euforia che provoca 'Lagaan'. Kukunoor è diventato un raffinato narratore, e ha estratto dal cast interpretazioni superbe. 'Iqbal' appartiene a Shreyas Talpade dall'inizio alla fine. L'attore merita un giudizio che lo distingua dagli altri per aver vissuto il suo ruolo al meglio. Lo accompagna ad ogni passo la talentuosissima Shweta Prasad. Yateen Karyekar è fantastico. Pratiksha Lonkar è sempre naturale. Naseer è al solito meraviglioso. Da un punto di vista critico il film guadagna non meno di ***1/2, anche se, al box-office, verrà favorito soprattutto dalle folle che si accalcano nei Multiplex metropolitani.'
Taran Adarsh, 26.08.05

Cinema Hindi: ****1/2
Punto di forza: la poesia, ma anche la vitalità dei sentimenti, delle passioni, dei sogni
Punto debole: qualche esagerazione verso la fine

SCHEDA DEL FILM

Cast:

* Shreyas Talpade ('Dor') - Iqbal
* Naseeruddin Shah ('A Wednesday') - Mohit
* Swetha Prasad ('Darna Zaroori Hai') - Khadija
* Yatin Karyekar ('Hey Ram') - il padre di Iqbal e Khadija
* Prateeksha Lonkar ('Dor') - la madre di Iqbal e Khadija
* Kapil Dev, uno dei più grandi giocatori di cricket di tutti i tempi - special appearance

Regia e sceneggiatura: Nagesh Kukunoor ('Dor')

Colonna sonora: Salim-Sulaiman ('Chak De! India')

Direzione artistica: Sunil Baba

Fotografia: Sudeep Chatterjee ('Chak De! India')

Anno: 2005

Award:

* Shreyas Talpade si è aggiudicato lo Zee Cine Critics Award come Best Actor

* Nagesh Kukunoor si è aggiudicato l'IIFA Popular Award Best Story

Produzione: Subhash Ghai, regista di 'Taal'

CURIOSITA'

* Iqbal è stato proiettato al Tongues on Fire London Asian Film Festival 2010 (aggiornamento del 24.11.10)
* 'Iqbal' è stato il più importante film a basso costo del 2005, incontrando il favore di critica e pubblico. E' riuscito persino a conquistare qualche award strappandolo al pluripremiato 'Black' di Sanjay Leela Bhansali

* Swetha Prasad ha debuttato ad 11 anni nel film 'Makdee', ottenendo al primo colpo il National Award come Best Child Artiste

GOSSIP&VELENI

* Nagesh! Un altro pessimo film come '8 x 10 Tasveer' E TI STROZZIAMO!

* Non male Yatin Karyekar. Begli occhi, bello sguardo, bel sorriso, bella espressione. Sposato?

2 commenti:

Aline Jorand ha detto...

Muoio per guardare questo film... I see you have now suddenly become knowledgeable in cricket, ccongratulations! :-)

Cinema Hindi ha detto...

Aline: per il cricket è dura (!!!), ma il film è davvero bello e te lo consiglio