02 aprile 2009

13B


'13B' è un raro esempio di horror confezionato in simultanea in lingua Hindi e in lingua Tamil: la versione di Kollywood è intitolata 'Yavarum Nalam'. Stesso regista e stesso cast nei ruoli principali per entrambe le edizioni. Vikram K. Kumar, qui al suo esordio, regala una sceneggiatura e una regia dignitose e originali. Le interpretazioni sono molto naturali.

Il film paga il giusto tributo a 'Bhoot' di Ram Gopal Varma - entrambi fanno passare la voglia di cambiar casa -, ma la trama è aggiornata alle dipendenze contemporanee. Le presenze soprannaturali diventano tecnologiche, hanno un aspetto comune, ci prendono anche un po' in giro. I colpi di scena, da un punto di vista stilistico, sono rappresentati in modo insolito per un horror. Il paranormale si intreccia al quotidiano senza soluzione di continuità.

Il finale non è male (ma non si può mai star tranquilli?).

TRAMA

Manohar si trasferisce con la famiglia in un nuovo grande appartamento, il 13B al tredicesimo piano di un elegante edificio. Mettiamola così: non lo cambierei col mio loculo di periferia. Guardate il film e capirete il perchè.

RECENSIONI

The Times of India: ***1/2
'13B' è accurato sia dal punto di vista contenutistico che stilistico. Di solito gli horror bollywoodiani si basano su sceneggiature molto deboli e crollano nel climax, limitando la suspence a qualche oscuro cerimoniale magico. Ma in '13B' il fattore brivido è tenuto vivo per tutto il film, il soprannaturale si mescola al reale, e viene fornita una spiegazione plausibile agli eventi straordinari narrati sullo schermo. Di più: la pellicola punta il dito contro l'ossessione globale del ventunesimo secolo, la onni-pervasiva televisione. E' una storia interessante, ben narrata, con i colpi di scena al posto giusto. A ciò si aggiungono la totale spontaneità del cast, abilmente guidato da Madhavan, la fotografia stilizzata e il montaggio elegante.'
Nikhat Kazmi, 05.03.09

Hindustan Times: **
'Se vi piacciono gli horror '13B' è nella norma, soprattutto nel primo tempo: gli attori fanno la loro parte e le inquadrature sono adeguatamente bizzarre. Ma nel secondo tempo il film si trasforma in un festival di urla assordanti. Il climax si basa su noiosi cliché, sangue ovunque e il solito inesorabile tema musicale che annuncia l'incombente minaccia.'
Shashi Baliga, 06.03.09

Cinema Hindi: **1/2
Punto di forza: l'ironia sulla teledipendenza
Punto debole: lento?

SCHEDA DEL FILM

Cast:

* R. Madhavan ('Rang De Basanti') - Manohar
* Neetu Chandra ('Oye Lucky! Lucky Oye!') - Priya, moglie di Manohar
* Murali Sharma ('Black Friday') - l'amico poliziotto
* Deepak Dobriyal ('Delhi 6') - Ashok

Regia e sceneggiatura: Vikram K. Kumar, al suo esordio

Colonna sonora: composta da Shankar-Ehsaan-Loy ('D O N')

Anno: 2009

Sito: http://www.13b.in/ Un consiglio: non visitatelo di sera. Volete conoscere le curiosità sul numero 13? O leggere aneddoti sui fantasmi? C'è persino una piantina dell'India con alcune location segnalate da un teschio: cliccateci sopra e scoprirete l'ubicazione degli edifici infestati. E non finisce qui. Due giochini da brivido. Una collezione di inquietanti video su poltergeist, fantasmi e case infestate. E il download dei brani musicali si ferma ovviamente a 13. Ma anche un 'Making of' molto naif, con immagini davvero rubate sul set. Imperdibili le sequenze con gli attori bambini.

CURIOSITA'

* Pare che il film sia stato girato in soli 40 giorni, e pare che una casa di produzione americana, The Weinstein Company, sia interessata a realizzarne un remake hollywoodiano
* 'Yavarum Nalam', il titolo Tamil, significa 'Va tutto bene': è anche il titolo del serial TV che la famiglia di Manohar guarda ipnotizzata tutti i giorni alle 13.00
* Madhavan, in prestito dal cinema Tamil, ha interpretato diversi film del grande regista Mani Ratnam, fra cui la versione Tamil di 'Yuva' - 'Aaiytha Ezhuthu' -, nel ruolo che in 'Yuva' è ricoperto da Abhishek Bachchan
* Neetu Chandra con la versione Tamil di '13B' debutta a Kollywood. L'attrice è un tipo davvero sportivo: cintura nera in Taekwondo (NON chiedete), ha rappresentato l'India ai campionati mondiali di questa (ehm) disciplina, nonchè ai mondiali di (ehm) Korfball (NON chiedete)

GOSSIP&VELENI

* Certo che farsi 13 piani a piedi tutti i giorni...

1 commento:

Erica Patoukà ha detto...

'13B' è uno dei tanti horror che presentano personaggi e storie soprannaturali (fantasmi che si vendicano, zombificazioni, vampiri, ecc.) per innescare una riflessione sul mondo di oggi.

In '13B' è il rapporto che ognuno di noi ha con la televisione a essere indagato: siamo veramente noi a decidere cosa guardare o è qualcun altro che ci propina i contenuti, manipolando così le nostre vite? E’ possibile riprendere in mano il proprio destino? (Il titolo della versione tamil “Yavarum Nalam” è eloquente: “All’s Well”, va tutto bene).

Il tema del potere occulto che inculca idee e bisogni nella mente delle persone è trattato, al contrario di quanto accade nel cinema e nella letteratura occidentali, dalla prospettiva dell’individuo, senza riferimenti alla massificazione. Manohar deve affrontare un dilemma terribile: capisce che la serie televisiva che guardano le donne di casa predice il futuro ed è costretto a seguirla nonostante si renda conto che così facendo perderà il controllo di ciò che gli accade!

E’ un vero peccato che il film zoppichi proprio nella scena finale. Inoltre, colpisce per il maschilismo: i personaggi femminili (se non sono impegnati in cucina) sono relegati in un angolo a guardare insaziabilmente la tv.

Giudizio: ****